Press "Enter" to skip to content

Zapatero sostiene che il conflitto catalano “terminerà con un accordo”.

zapatero  223x300 - Zapatero sostiene che il conflitto catalano "terminerà con un accordo".
La Vanguardia
16-01-18

BARCELLONA – L’ex-presidente del Governo José Luis Rodríguez Zapatero ha assicurato che la Catalogna non sarà “mai” indipendente perché “nell’Europa democratica nessuno Stato apre vie per una rottura dall’interno” e ha detto che il conflitto territoriale “terminerà con un accordo” che arriverà quando la situazione “sarà matura”. Di fatto, il socialista considera che tanto i partiti secessionisti quanto i costituzionalisti “stanno chiedendo a gran grido” un patto.
In una intervista alla rivista Marie Claire, Zapatero si è mostrato convinto che il prossimo Governo della Generalitat, a prescindere che sia indipendentista, “accetterà un processo di negoziazione” con l’Esecutivo centrale “rispettando la legge”. Allo stesso modo, ha insistito sulla necessità di trattare il problema con la Catalogna “perché avrà un impatto di almeno vent’anni”. Questo sì, sostiene che anche le forze politiche dello Stato dovranno “fare alcune promesse”. A suo giudizio, il primo compromesso dovrà essere la messa in moto della riforma del modello d’autonomia e della Costituzione.
Per l’ex segretario del Psoe, la reclamazione di una Repubblica è “la ciliegina sul processo” perché molti dirigenti “sanno che tiene una certa attrattività”. Però secondo la sua opinione, “l’esatto contrario di un repubblicano è un nazionalista che aggira le regole”. D’altra parte, Zapatero, che ha confessato che la Moncloa non gli manca “per niente”, ha detto che confida che il Psoe torni a governare. E anche se riconosce che alle ultime primarie socialiste alla Segreteria Generale del partito lui sia stato “più” con la leader del Psoe andaluso, Susana Diaz, che con Pedro Sanchez, ha sostenuto che “bisogna aiutare” il segretario generale.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *